Era il tempo delle cattedrali

Gennaio sta per volgere al termine, il 2020 è oramai lanciato verso il suo essere anno in corso, le notizie (quasi tutte negative) si susseguono senza sosta e allora io che posso dire? Mah riassumo un po’ di positività, sì a cercarla la si trova…

Gennaio per me è iniziato con la bellissima fiaccolata del Monte Lussari, per poi proseguire con lo splendido Canto Libero il tributo-concerto al grande Lucio Battisti, poi sono stata trascinata nel vortice dell’organizzazione del Trieste Film Festival, due settimane a palla. Poi ancora momenti di grande teatro con Berthold Brecht e novita da TriesteBookFest, la nuova edizione inizia a prendere vita, almeno per il momento nelle nostre menti, si pianifica, si pensa, sì spera, si sogna.

Quindi un gennaio ricco di soddisfazioni, beh dai mettiamola così, poi ovviamente qualcosa che non va come si vorrebbe la si trova sempre, ma non pensiamoci. Pensiamo invece alla chiusura alla grande di questo mese 1, con un musical che ormai è un classico.

Il cast di Notre Dame de Paris alla fine dello spettacolo

Notre dame de Paris

Parlare di musical quando si parla di Notre dame de Paris è a mio avviso riduttivo. Ci troviamo di fronte ad un opera moderna, composta nelle musiche più di vent’anni fa da Riccardo Cocciante e portata in scena con parole (in italiano) di Pasquale Pannella, sì proprio lui il visionario paroliere del mio amato Battisti, dopo la separazione da Mogol.

Notre Dame De Paris torna nuovamente a Trieste, nello spazio più intimo del teatro Rossetti e lo fa con una messa in scena e un cast parzialmente rinnovato.

Se nel 2002 avevamo assistito ad uno spettacolo imponente: pieno di effetti, balletti, scenografie, scene di massa, acrobatiche scalate delle mura di Notre Dame, oggi nel 2020 ci troviamo di fronte ad uno spettacolo più intimistico, più autoriale, che lascia più spazio alle capacità interpretative dei protagonisti.

Il corpo di ballo e il coro di Notre Dame

Che dire infatti dei ruoli chiave? Se Quasimodo rivede la presenza di un sempre più convincente Gio di Tonno.

Elhaida Danu e Gio Di Tonno

Esmeralda ci consegna la prima novità, abbandonata dalla sua interprete storica, la bravissima Lola Ponce, il ruolo di gitana è stato sostenuto in questa nuova messa in scena dalla giovane Elhaida Danu, di origini albanesi, ma triestna d’adozione. Che dire? A mio avviso la ragazza c’è! Certo forse pecca ancora un po’ d’ingenuinita, soprattutto perché nelle ultime messe in scena, la Ponce, maturata come attrice ed interprete aveva caricato il ruolo di una certa sensualità, che forse ancora a Elhaida manca. Ma sì farà! E sono sicura che con il passare del tempo ci farà dimenticate la sua più famosa predecessore.

Conferme nei ruoli di Fiordaliso, del poeta Gringoire, di Clopin e di Frollo.

Vittorio Matteucci sempre più a suo agio si mostra nel ruolo di un prete innamorato.

Vittorio Matteucci e Matteo Setti

Matteo Setti sempre più a suo agio nel ruolo di menestrello poeta, racconta storie, come pure Tania Tuccinardi e Leonardo Di Minno.

Tania Tuccinardi, Leonardo di Mimmo, Matteo Setti con Esmeralda, e Quasimodo

La prima sera al Rossetti, nel ruolo di Febo abbiamo avuto una sorpresa, non più l’annunciato Graziano Galatone (forse troppo impegnato in tv), ma il giovane Giacomo Salvetti, che come dice la canzone perché Febo è bello come il sole, sì è perfettamente calato nella sua parte, dimostrando una voce e fisique du role quasi perfetti. Quindi nessun rimpianto… anzi!

Giacomo Salvetti con il resto del cast

Che altro dire di Notre Dame? Spettacolo perfetto! Come sempre e pubblico del Rossetti nuovamente in piedi a decretare l’ennesima standing ovation, per questo spettacolo che ormai è un classico delle eccellenze italiane.

Un successo la nuova edizione di Notre Dame

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: